Asset opzioni binarie, il calo del petrolio preoccupa i trader

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Asset opzioni binarie, il calo del petrolio preoccupa i trader

Cosa ne sarà dell’oro nero?

Wall Street appare in netto calo in sintonia con i prezzi del petrolio, scivolati di oltre il 3%. In particolare il Brent è terminato a 43 dollari al barile e il Wti è finito sotto quota 40 dollari, prima volta dal 26 agosto, per effetto delle scorte americane salite oltre le attese.

Gli altri dati: indice Dow Jones in calo dello 0,89%, S&P 500 circa dell’1,2% e Nasdaq dello 0,64%. Sul versante macro i dati giunti nel pomeriggio non hanno creato problemi alla Fed nell’ottica del rialzo dei tassi, essendo tutti ben intonati. Tanto che Janet Yellen ha fatto intuire che la mossa della banca centrale è a prossima.

Sul listino titolo Yahoo in ascesa del 5,9% a 35,7 dollari sull’ipotesi, avanzata dal Wall Street Journal, secondo cui il gruppo starebbe valutando la cessione delle proprie attività su internet alla luce delle incertezze che accompagnano il progetto di scorporo della quota in Alibaba.

La domanda dei trader è: che ne sarà dell’oro nero? D’ora in avanti, calcola la Iea, la domanda mondiale di energia crescerà più o meno l’1 per cento l’anno: dal 1990 in poi, andavamo ad una velocità doppia. Merito dei miglioramenti nell’efficienza energetica. E, specificamente per il petrolio, aggiunge la Iea, il boom è finito. Da qui al 2020, sostiene il direttore esecutivo, Fatih Birol, la produzione di greggio aumenterà del 5 per cento. Poi, ci vorranno venti anni, fino al 2040, perché aumenti di un altro 5 per cento o poco più. Che succede? L’Occidente, i paesi ricchi dell’Ocse voltano le spalle all’oro nero. Da qui al 2040, America, Europa, Giappone ridurranno i consumi di 11 milioni di barili al giorno, l’equivalente di un quarto dei consumi attuali. Il problema è che quei barili ricompaiono nei consumi dei paesi emergenti, come Cina e India che ne utilizzeranno, appunto, 11 milioni in più. Saldo zero, insomma.

Tag: opzioni binarie petrolio

Petrolio gratis entro il 2020?

La Fed St. Louis pubblica un modello economico che spiega perché.

di Luigi Boggi – 25 Febbraio 2020

Petrolio verso i minimi di 18 dollari al barile

L’oro nero si prepara a chiudere la seconda settimana consecutiva in rialzo, tuttavia gli esperti avvertono i trader di opzioni binarie e il mercato: non bisogna credere al rimbalzo del prezzo del petrolio.

di Luigi Boggi – 30 Gennaio 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Asset opzioni binarie, il calo del petrolio preoccupa i trader

Cosa ne sarà dell’oro nero?

di Luigi Boggi – 2 Dicembre 2020

Opzioni binarie: che fine farà il petrolio di Chavez

Hugo Chavez è morto lasciando un vuoto profondo nelle popolazione venezuelana ma gli investitori sono già pronti a chiedersi: che fine farà tutto il petrolio che era stato “promosso” dell’ex…

di Luigi Boggi – 7 Marzo 2020

Investire nelle opzioni binarie sfruttando le quotazioni delle materie prime è senz’altro una delle opzioni ed è anche abbastanza semplice da comprendere, un po’ come il Forex. Nell’ultimo anno, questo…

di Luigi Boggi – 25 Febbraio 2020

Cresce ancora il prezzo dei carburanti

Il prezzo dei carburanti è cresciuto notevolmente da due anni a questa parte. Il problema è che a fronte di un aumento del prezzo del petrolio, sul costo della benzina…

di Luigi Boggi – 31 Agosto 2020

A giugno è diminuito il petrolio

La tendenza dei prezzi delle materie prime cambia a seconda che si considerino le quotazioni di mais, soia e frumento, oppure quelle del petrolio. Ecco un quadro legato all’andamento di…

di Luigi Boggi – 17 Luglio 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Alternative alle opzioni binarie: ecco cosa sapere sul trading CFD

Chi vuole fare trading al giorno d’oggi, deve considerare le alternative alle opzioni binarie. Il motivo è molto semplice: lo scorso 29 marzo 2020, l’Emsa (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) ha dichiarato che ben presto vieterà la promozione delle opzioni binarie agli utenti non aziendali.

Un pronunciamento di questo tipo era atteso da tempo. Per molti rappresenta la fine di qualsiasi dubbio in merito ai vantaggi dei CFD (Contracts for Difference), strumenti derivati che ormai hanno rivoluzionato il modo di approcciarsi al trading online. Grazie ad essi, infatti, è possibile operare tutelandosi dai rischi della volatilità.

Se vuoi scoprire perché è il caso di sceglierli al posto delle opzioni binarie, leggi la guida che abbiamo preparato per te.

In questo articolo parleremo anche dei migliori broker per CFD. Abbiamo selezionato quelli in assoluto più semplici da utilizzare, proprio perché chi utilizzava le opzioni binarie era un trader che preferiva la semplicità.

Tra i broker CFD più semplici da utilizzare ricordiamo eToro, l’unico broker che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i trader migliori del mondo.

Opzioni binarie e CFD: le principali differenze

Per capire come mai i CFD sono le migliori alternative alle opzioni binarie, è il caso di analizzare la differenza tra i due strumenti. Partiamo dai CFD (Contracts for Difference). Questi strumenti derivati, che hanno dei punti in comune con i futures, permettono al trader di operare replicando l’andamento dei vari asset.

In questo caso, a differenza di quanto accade quando si ha a che fare con le opzioni binarie, l’esito economico delle operazioni è direttamente proporzionale al valore dell’asset replicato dal contratto per differenza.

Per quanto riguarda le opzioni binarie, invece, è il caso di ricordare che non si tratta di prodotti a leva. Esse, inoltre, hanno una scadenza. Per questo motivo il trader è tenuto a prendere una decisione entro un determinato intervallo di tempo.

Per completare il quadro, ricordiamo che esistono diverse tipologie di opzioni binarie. Ecco quali:

  • Opzioni binarie alto/basso: in questo caso, il trader è tenuto a scegliere tra l’aumento del valore dell’asset o la sua diminuzione. Il tutto, ovviamente, deve essere definito entro una determinata scadenza.
  • Opzioni binarie coppia: in questo frangente, vengono messi a confronto due diversi asset. Il compito del trader è capire quale dei due concretizzerà la performance migliore.

Per concludere il quadro sulle peculiarità dei due strumenti, ricordiamo che le scadenze delle opzioni binarie sono pari a 30, 60 e 120 secondi.

Opzioni binarie recensioni: cosa sapere

Nel corso del tempo, le opzioni binarie hanno subito un calo di popolarità. Considerate da alcuni esperti di trading più una forma di gambling che una soluzione per investire, sono state man mano scalzate dai CFD.

Acronimo di Contracts for Difference, questi strumenti derivati hanno conquistato il favore dei trader per diversi motivi. Sono considerati le principali alternative alle opzioni binarie prima di tutto perché sono molto semplici. Il trader, infatti, ha davanti sostanzialmente due scelte.
Può scegliere se aprire una posizione long o una short, questo a seconda delle sue previsioni sull’andamento dell’asset (previsioni forex). Non c’è scadenza e si può guadagnare sia in un caso, sia nell’altro. Basta infatti aprire la posizione giusta tra le due.

I CFD, inoltre, sono estremamente economici. L’unico onere da considerare quando si analizzano le loro caratteristiche è infatti lo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Possono essere gestiti senza particolari difficoltà dai principianti, ma hanno un rovescio della medaglia di importanza non indifferente. Si tratta della leva finanziaria. Questo moltiplicatore permette di operare sul mercato con una cifra più alta rispetto a quella depositata. Fino a qui tutto sembra normale e, per certi versi, anche vantaggioso.

Bisogna però fare attenzione, dal momento che la leva amplifica sia le perdite, sia i guadagni. Per questo motivo, è necessario che il trader abbia confidenza estrema con i meccanismi di stop loss, grazie ai quali il broker arresta le perdite una volta raggiunto un determinato livello.

CFD: gli altri vantaggi

I vantaggi dei CFD non finiscono certo qui. Da ricordare, per esempio, è la possibilità di utilizzarli su tutti gli asset. Molto importante è anche specificare che vengono messi a disposizione da diversi broker, che consentono di fare trading in maniera rapida e semplice, aprendo e chiudendo posizioni in pochi minuti e, in alcuni casi, in qualche secondo.

Tra queste piattaforme è possibile ricordare IqOption. Caratterizzata da un’immediatezza ottima per chi vuole fare trading online in maniera semplice, permette di iniziare con un deposito iniziale molto basso, pari a soli 10 euro. Nessun altro broker consente di iniziare la propria esperienza con una cifra così bassa.

IqOption permette di aprire un conto demo senza denaro reale. Grazie a questo importante ausilio, si ha modo di impratichirsi con le caratteristiche della piattaforma e dei vari asset senza mettere subito a rischio il capitale. Broker CFD regolamentato a livello internazionale, IqOption permette di fare trading anche in mobilità. Il broker, infatti, ha un’app dedicata molto apprezzata dagli utenti.

Migliori piattaforme trading CFD: cosa sapere su Investous

Quando si parla di alternative alle opzioni binarie, è necessario chiamare in causa pure il broker Investous. Regolamentato anch’esso, permette di fare trading CFD, di aprire un conto demo e di usufruire dei segnali di trading, linee guida che permettono di ottimizzare le decisioni da prendere in merito alle operazioni.

Molto importante è anche parlare delle consulenze telefoniche, che vengono rilasciate agli utenti da parte di esperti in trading online. Sia nel caso dei segnali, sia nel caso delle consulenze telefoniche, si parla di gratuità.

Queste peculiarità rendono Investous un broker perfetto per chi vuole il massimo della qualità dal punto di vista della formazione nel trading online.

Fare trading con i CFD su eToro

I CFD sono le principali alternative alle opzioni binarie. Per sfruttarne i vantaggi, è necessario trovare i broker giusti. Nel novero in questione, è senza dubbio possibile includere eToro. Noto per il suo approccio social, questo broker permette di copiare automaticamente i trader che ottengono i risultati migliori, i cosiddetti guru.
In questo modo, chi viene seguito guadagna, mentre chi segue ha la possibilità di migliorare partendo da basi molto concrete e da risultati verificabili. eToro mette a disposizione una forma di trading automatico che funziona veramente e che genera profitti. Attenzione che ci sono anche dei sistemi truffaldini, come ad esempio Bitcoin Evolution, che invece non funzionano e fanno perdere soldi.

Dotato di regolare licenza CySEC e disponibile in numerose lingue oltre all’italiano, questo broker consente di fare trading CFD su diversi asset, dalle criptovalute, fino alle azioni. eToro, inoltre, dà modo di operare tramite app dedicata e di fare trading in mobilità.

Opzioni binarie e truffe

L’ESMA ha vietato le opzioni binarie per i clienti non professionali (la lobby dei trader professionisti è riuscita a mantenere il diritto di fare trading con le binarie). Come mai questa decisione? Semplicemente perché le opzioni binarie sono state utilizzate in modo massiccio per le truffe.

A truffare, ovviamente, erano i broker non autorizzati, che operavano al di fuori di qualunque contesto normativo o autorizzativo.

Questi broker fasulli di opzioni binarie hanno rubato miliardi di dollari in tutto il mondo. Alla fine le autorità sono intervenute e hanno vietato completamente le binarie.

Il bello è che gli stessi broker che facevano truffe continuano a farle: a smettere di operare sono stati solo i broker autorizzati e regolamentati che, guarda caso, non truffavano.

Effettivamente la decisione delle autorità di vietare completamente le opzioni binarie per salvare i clienti dalle truffe ha avuto un effetto assolutamente controproducente: alla fine ha tolto la possibilità agli appassionati di opzioni binarie di fare trading in maniera legale (a meno di non essere dei professionisti del trading).

Molti trader che operavano con broker legali e sicuri sono stati costretti a cadere nelle mani dei broker illegali per continuare a fare trading binario.

Le truffe ci sono anche con i CFD e, come al solito, sono i broker non regolamentati ad essere pericolosi. Investous non è una truffa perché è regolamentato. Ma chi fa trading CFD con un broker non regolamentato di solito viene truffato.

Conclusioni

Le opzioni binarie non sono più disponibili in Europa dal 2020, almeno per i trader non professionisti. La decisione delle autorità è scaturita dall’elevato numero di truffe ma c’è da dire che a truffare erano i broker non regolamentati.

I broker regolamentati non hanno mai truffato i clienti. Per quanto riguarda le alternative alle opzioni binarie, i CFD ormai sono semplici da utilizzare, anche per i principianti.

Nell’articolo abbiamo parlato di due dei migliori broker per CFD, eToro e Investous. Qui sotto un elenco più completo dei migliori broker CFD:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: