Aumento di capitale per Alitalia

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Alitalia, ok dei soci all’aumento capitale

Ricapitalizzazione da 300 milioni di euro: c’è l’ok all’unanimità. Ma il Cda della compagnia è pronto alle dimissioni

Dopo un’assemblea fiume durata dieci ore, arriva il via libera alla ricapitalizzazione da 300 milioni di euro. L’assemblea dei soci di Alitalia ha, infatti, deliberato all’unanimità l’aumento di capitale di massimi 300 milioni da offrirsi in opzione ai soci in proporzione alla quota di capitale posseduta. A questo punto i soci avranno trenta giorni di tempo dal 16 ottobre per sottoscrivere le azioni di nuova emissione.

Ai soci che avranno sottoscritto tutte le nuove azioni di loro spettanza la compagnia concederà un ulteriore periodo di tempo che verrà stabilito da un apposito consiglio di amministrazione per sottoscrivere eventuali azioni rimaste inoptate. Solo dopo il via libera dei propri organi deliberanti, Poste Italiane dovrà garantire la sottoscrizione di complessivi 75 milioni dell’aumento di capitale rimasti eventualmente inoptati, mentre Intensa San Paolo e Unicredit dovranno assicurare la sottoscrizione di massimi 100 milioni dell’eventuale ulteriore inoptato. A questo punto rimane da chiarire se e, nel caso, a quali condizioni Air France-Klm, che ha un mese di tempo per deciderlo, sottoscriverà la propria quota dell’aumento di capitale valutata in 75 milioni. Il gruppo franco-olandese ha, infatti, chiesto un nuovo piano industriale con un ridimensionamento di rotte, organico e flotta, la ristrutturazione del debito e un chiarimento sull’attuale valore dell’azienda che è un dato rilevante nella composizione del nuovo assetto azionario. Certo è che, dopo tredici ore di trattativa (tre si consiglio di amministrazione e dieci di assemblea), gli azionisti italiani e il gruppo d’oltralpe dovrebbero aver raggiunto un accordo di massima. Un’intesa che, nell’arco di un mese, deve prendere corpo per definire un nuovo piano industriale, il nuovo assetto azionario, la futura governance e, molto probabilmente, anche un nuovo management. D’altronde i consiglieri di Alitalia, proprio in previsione del possibile mutamento degli assetti proprietari, i consiglieri di Alitalia hanno manifestato l’intenzione di rassegnare le loro irrevocabili dimissioni dalla carica con effetto dalla data dell’assemblea che sarà convocata subito dopo l’esecuzione dell’aumento di capitale.

A margine dell’Ecofin il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni ha replicato alle accuse mosse dalla British Airways nelle ultime ore. Secondo il titolare del dicastero di via XX Settembre, infatti, l’ accusa di protezionismo della compagnia britannica è “frettolosa” . D’altra parte l’obiettivo indicato anche dal premier Enrico Letta è “trovare una forma di partnership internazionale” perché “l’idea di Alitalia che vive da sola, che è la scelta fatta in passato, è completamente cambiata ora” . Il portavoce del commissario alla Concorrenza Joaquin Almunia ha, però, spiegato che si potrà valutare la compatibilità con le norme europee sugli aiuti di Stato soltanto “dopo la notifica delle misure adottate” . Al momento non è stato ricevuto nessun reclamo. Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha comunque garantito che il governo non ha dato “aiuti di Stato” , ma ha “favorito l’incontro tra privati” .

–>Aumento di capitale per Alitalia? –>

Il Sole24Ore ha ricostruito grazie allo studio R&S di Mediobanca gli ultimi 3 bilanci di Alitalia. S&P ha tagliato il rating sul debito sovrano dell’Argentina. Novità anche per Lehman Brothers

Alitalia
Il Sole24Ore di venerdì 2 novembre ha ricostruito grazie allo studio R&S di Mediobanca gli ultimi 3 bilanci di Alitalia. La compagnia di bandiera, nei suoi primi 3 anni di attività sotto la gestione di CAI, ha bruciato 678 milioni di euro.
Nel 2020 la perdita netta consolidata è scesa a 69 milioni di euro dai precedenti 167,6 milioni di euro. A contribuire alla riduzione delle perdite ci ha pensato il saldo positivo della posta “costi e ricavi diversi”, caratterizzata per lo più da pagamenti una tantum generati da accordi commerciali con fornitori e partner. Sembra infine che l’andamento dell’esercizio in corso sia in peggioramento e non è escluso che nel 2020 sia necessaria una ricapitalizzazione.

Tango bond

L’agenzia S&P ha tagliato il rating sul debito sovrano della Repubblica Argentina, portandolo a “B-”. Le prospettive future del rating, che classifica il paese sudamericano tra gli emittenti speculativi, restano “Negative”.
L’agenzia Fitch, invece, ha peggiorato le prospettive sul rating della Repubblica Argentina e non esclude in peggioramento nei prossimi trimestri. L’attuale rating “B” classifica il paese sudamericano tra gli emittenti speculativi.

Lehman Brothers

Plus, l’inserto del sabato del quotidiano Il Sole24Ore, ha segnalato che l’Airolb (Associazione Italiana risparmiatori obbligazionisti Lehman Brothers) ha contestato nuovamente il comportamento delle agenzie di rating in occasione del crack di Lehamn Brothers. Di conseguenza, il tribunale di Milano ha deciso di verificare il giudizio emesso da S&P, Moody’s e Fitch a partire dal primo gennaio del 2007. Alle agenzie di rating e al consorzio Patti Chiari è contestata la diffusione di informazioni inesatte.

Grecia
Secondo quanto presentato della legge finanziaria per il 2020, il prossimo anno il Pil della Grecia dovrebbe subire una contrazione del 4,5%, mentre il deficit dovrebbe attestarsi al 5,2% del Pil. Di conseguenza, il rapporto tra debito e Pil dovrebbe raggiungere il 189,1%.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Seat Pagine Gialle
Seat Pagine Gialle ha fornito l’aggiornamento mensile sulla struttura patrimoniale come richiesto dalla Consob. A fine settembre l’indebitamento netto del gruppo ammontava a 1,34 miliardi di euro, in leggero aumento rispetto agli 1,31 miliardi di agosto. A inizio anno l’indebitamento netto di Seat Pagine Gialle era di oltre 2,73 miliardi di euro.

Affari&Finanza, l’inserto economico settimanale de La Repubblica illustra le ultime novità su Seat Pagine Gialle. Si parla di manleva per l’operato del consiglio d’amministrazione e del collegio sindacale per gli anni successivi al 2009 (che solleverebbe i due organi dalle responsabilità verso la stessa Seat con la garanzia che sia la stessa società a pagare eventuali danni). Comunque, con la nomina del nuovo amministratore delegato Vincenzo Santelia, il nuovo corso di Seat può prendere definitivamente il via. Secondo l’inserto de La Repubblica è probabile che Santelia non si discosti molto dal piano industriale messo a punto a suo tempo dall’ex amministratore delegato Alberto Cappellini, scomparso lo scorso 24 marzo.

Parmalat
Parmalat ha comunicato che la Corte Superiore di Giustizia dell’Ontario ha rigettato l’istanza, presentata dalla controllata Parmalat Canada, volta ad annullare il lodo, emesso nell’ambito del procedimento arbitrale avviato da Ontario Teachers’ Pension Plan Board, che condannava Parmalat Canada a pagare un “Liquidity Payment” per un ammontare pari al 10% del valore di Parmalat Canada.
Non avendo le parti raggiunto un accordo in ordine all’entità del pagamento, questo verrà determinato in via definitiva e inappellabile da una Banca di investimento canadese scelta di comune accordo tra le parti.
In attesa della decisione, Parmalat Canada dovrà procedere al pagamento del pagamento per l’ammontare di circa 92,6 milioni di dollari canadesi oltre ad interessi.
Parmalat ha iscritto nel bilancio del 2020 e nella relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020 un fondo per rischi di tale importo con un effetto, al netto degli impatti fiscali, di 53,9 milioni di euro.

General Motors – Ford

Il numero uno di Fiat, Sergio Marchionne, ha smentito di avere in corso colloqui per un’eventuale integrazione con General Motors o il gruppo Peugeot, in merito a una possibile alleanza strategica in Europa.
General Motors ha chiuso il terzo trimestre con un un utile di 1,5 miliardi di dollari, o 89 centesimi per azione, in calo dagli 1,7 miliardi di dollari, o 1,03 dollari per azione, dello stesso trimestre dell’anno precedente. Depurando i conti dalle componenti di natura non ordinaria l’utile è stato pari a 93 centesimi per azione. In salita anche il fatturato, passato da 36,7 a 37,6 miliardi di dollari. Le attese degli analisti indicavano un utile di 60 centesimi e ricavi pari a 36 miliardi di dollari.
Ford, ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto di 1,63 miliardi di dollari, pari a 41 centesimi per azione, confermando il dato dello stesso periodo dell’anno precedente. Battute, di 10 centesimi per azione, le attese degli analisti. In lieve calo i ricavi, che si sono fermati a 32,1 miliardi di dollari dai 33,1 miliardi di 12 mesi prima ma maggiori delle attese.

Cape Live

Il Sole24Ore di martedì 30 ottobre ha riportato la notizia che Cape Live otterrà il rimborso relativo al credito in essere con Banca MB. In qualità di creditore chirografario la holding otterrà il 100% del credito nei confronti della banca, pari a circa 6,1 milioni di euro.
Cape Live ha fornito l’aggiornamento mensile sulla struttura patrimoniale come richiesto dalla Consob. A fine settembre l’indebitamento netto del gruppo ammontava a 50,36 di euro, in leggero calo rispetto ai 51,8 milioni di agosto.

Nota per il lettore

Per utilizzare in modo corretto questa rubrica è importante tenere presente che:
– la rubrica ha lo scopo di monitorare per voi tutte le notizie importanti che vengono pubblicate settimanalmente sulle società italiane e i principali gruppi internazionali che hanno emesso Corporate Bond; non abbiamo incluso i gruppi più solidi, perché riteniamo del tutto improbabile un loro default;
– la rubrica non intende fornire analisi e valutazioni sulle società emittenti, o notizie specifiche sulle loro emissioni obbligazionarie, ma semplicemente effettuare il monitoraggio della stampa per consentirvi di reperire notizie che magari vi erano sfuggite. Chiaramente spesso da quelle notizie si possono trarre informazioni utili per valutare lo stato di salute della società, e quindi anche eventuali problemi sul rimborso delle emissioni;
– la rubrica è di fatto una rassegna stampa settimanale, quindi non contiene analisi e giudizi di chi la redige. In ogni caso, qualsiasi notizia o commento contenuto nella rubrica non può essere interpretato come sollecitazione a fare o non fare, acquistare o vendere. Qualsiasi decisione di investimento o disinvestimento sarà presa da voi in totale autonomia.

I tuoi dati, la tua esperienza

Yahoo fa parte del gruppo Verizon Media. Clicca su ‘Accetto’ per consentire a Verizon Media e ai nostri partner di utilizzare i cookie e tecnologie simili per accedere al tuo dispositivo e utilizzare i tuoi dati (inclusi quelli di posizione) per comprendere i tuoi interessi, fornirti annunci personalizzati e valutarli. Inoltre, ti mostreremo annunci personalizzati sui prodotti dei partner. Per ulteriori informazioni su come usiamo i tuoi dati, consulta il nostro Centro per la Privacy. Una volta confermate qui le tue scelte in materia di privacy, potrai apportare modifiche in qualsiasi momento visitando la tua Dashboard Privacy.

Clicca su ‘Altre info‘ per scoprire di più e per personalizzare il modo in cui Verizon Media e i nostri partner raccolgono e utilizzano i dati.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: