Come evitare le strategie poco sicure nel trading

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come impostare e fare trading con le Previsioni della regressione lineare?

Le Previsioni della regressione lineare (LRF) sono un indicatore di analisi tecnica che prende uno dei concetti chiave della statistica matematica — la regressione lineare — e lo trasforma in un prezioso strumento di analisi. La regressione lineare viene utilizzata in statistica per approssimare le tendenze esistenti e prevedere i valori futuri. A differenza di alcuni altri indicatori che si basano soprattutto sulle competenze dei rispettivi sviluppatori, le Previsioni della regressione lineare si basano sulle scienze esatte! Impara a impostare e utilizzare le Previsioni della regressione lineare nel trading leggendo questo articolo.

Come funziona?

Per capire come funziona l’indicatore, prima dovrai afferrare il concetto di regressione lineare. Credimi, non è così difficile. Dimentica per un attimo che stiamo parlando di trading. Immaginiamo invece un gruppo di persone, ognuno con il proprio peso e la propria altezza. Tracciamo i loro parametri su un grafico.

Peso e altezza delle persone

Possiamo vedere chiaramente un certo schema: le persone più alte tendono a pesare di più. Adesso, torniamo al trading. Tracciando i prezzi storici sul grafico e costruendo un modello di regressione lineare con le Previsioni della regressione lineare (l’indicatore lo farà automaticamente), i trader possono provare a stimare i prezzi futuri degli asset.

Regressione lineare — correlazione tra altezza e peso

Ovviamente, i movimenti del mercato sono più irregolari rispetto alle relazioni tra il peso e l’altezza delle persone, in quanto non esiste un singolo fattore che determini il prezzo futuro degli asset. Da qui, i limiti di questo approccio. Tuttavia, questo indicatore può essere utilizzato per capire meglio la direzione che sta prendendo il mercato, soprattutto se combinato con indicatori tecnici di diverso tipo.

Come usarlo nel trading?

Nonostante la sua complessità, questo indicatore è piuttosto simile a una nota media mobile. Almeno, nel suo modo di funzionare. LPF prende i prezzi per n periodi e, in base a essi, fa una previsione, mostrando dove andrà il prezzo successivamente.

Alcuni esperti ritengono che, grazie al metodo che questo indicatore usa per approssimare i prezzi futuri, questo possa essere più reattivo di una media mobile. Perciò, se il tuo sistema di trading incorpora una o più medie mobili, considera la possibilità di optare per l’LPF. Ovviamente, dopo aver fatto tutti gli aggiustamenti necessari.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Allora, come si usano effettivamente le Previsioni della regressione lineare nel trading? L’indicatore, certamente, non ti dice quando aprire o chiudere un’operazione. Tutto ciò che fa è fornire un segnale corrispondente. Quando le candele si aprono e si chiudono al di sopra della linea dell’LPF, il mercato mostra una tendenza rialzista. Quando è vero il contrario e le candele si aprono e si chiudono al di sotto della linea dell’LPF, il mercato mostra una tendenza ribassista. I trader possono utilizzare le informazioni per seguire il trend quando ricevono una conferma (punto 1 dell’immagine sopra) o per aspettare un’inversione del trend (punto 2 dell’immagine sopra). Due candele che chiudono al di sopra/sotto della linea LPF possono essere trattate come una conferma. Può essere una buona idea controllare due volte i segnali ricevuti dall’LPF con un indicatore di momentum, dato che il momentum del mercato tende a diminuire poco prima di un’inversione del trend.

Vale la pena di sapere che questo indicatore funziona al meglio su periodi medi e lunghi, in quanto il rumore dei prezzi può ridurre moltissimo la sua efficacia.

NOTA: Potresti prendere in considerazione l’utilizzo di questo indicatore insieme ad altri indicatori e renderlo parte di un sistema di trading più complesso, dove indicatori di diverso tipo si confermano i segnali a vicenda.

Come impostarlo?

Ecco come impostare le Previsioni della regressione lineare quando fai trading sulla piattaforma IQ Option:

  • Premi il pulsante “Indicatori” nell’angolo in basso a sinistra dello schermo;
  • Vai alla scheda “Trend”;
  • Scegli Previsioni della regressione lineare dall’elenco degli indicatori disponibili;
  • Clicca su “Applica” senza modificare le impostazioni predefinite.

Oppure utilizza semplicemente la barra di ricerca nel menù “Indicatori”.

Ti preghiamo di notare che nessun indicatore o strumento di analisi tecnica è in grado di fornire segnali precisi nel 100% dei casi. Le Previsioni della regressione lineare possono inviare segnali falsi di tanto in tanto e lo faranno. Come trader, è tuo dovere controllarli e differenziare i segnali autentici da quelli falsi.

Ora che sai come impostare e applicare le Previsioni della regressione lineare nel trading, puoi andare direttamente alla piattaforma di trading e metterle alla prova!

Il presente articolo non rappresenta un consiglio di investimento. Qualsiasi riferimento a movimenti o livelli di prezzo passati è di carattere informativo e basato su analisi esterne, non forniamo alcuna garanzia che tali movimenti o livelli si possano ripresentare in futuro.
In conformità con i requisiti imposti dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), il trading con le opzioni binarie e digitali è disponibile esclusivamente ai clienti categorizzati come clienti professionisti.

INFORMATIVA GENERALE SUI RISCHI

I CFD sono strumenti complessi e comportano il rischio elevato di perdere soldi rapidamente a causa dell’effetto leva.
Il 87% degli account degli investitori al dettaglio perdono soldi quando fanno trading con CFD tramite questo fornitore.
Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro.

Perché alcuni trader falliscono? Come evitare il fallimento nel trading

Su di un sito dedicato al trading online è difficile trovare un’espressione del genere, però la verità è che alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online. Di solito il trading viene presentato come un investimento ad alto rendimento, adatto a tutti. Ed effettivamente è possibile raggiungere ottimi risultati, anche partendo da zero.

Mercati24.com è un sito serio, diamo informazione completa e soprattutto vogliamo evitare che false informazioni facciano perdere soldi ai principianti. Ecco perché diciamo che ci sono trader che falliscono.

Perché succede? E soprattutto, come è possibile evitarlo?

In questa guida spieghiamo nel dettaglio le ragioni del fallimento di molti trader e presentiamo anche alcune delle migliori piattaforme di trading, adatte anche ai principianti, come eToro.

Esistono numerose piattaforme di trading che i principianti possono usare in modo sicuro, citiamo subito eToro perché è l’unica piattaforma che consente di copiare automaticamente i migliori trader del mondo.

In pratica, con eToro anche i principianti possono ottenere subito gli stessi risultati dei professionisti del trading. E non è poco.

Che cosa significa un trader fallisce

Quando diciamo che alcuni trader falliscono quando iniziano a fare trading online non vogliamo dire che perdono soldi: a tutti coloro che fanno trading può capitare di perdere soldi, fa parte delle regole del gioco.

I trader che falliscono sono coloro che perdono (molto o poco, non importa), si scoraggiano e smettono di fare trading.

Alcuni addirittura si fanno rovinare dal trading. Perché succede? Lo spieghiamo nel dettaglio nei prossimi paragrafi, accompagnando ad ogni causa di fallimento anche il relativo rimedio.

La piattaforma di trading sbagliata

Inutile girarci intorno: la piattaforma di trading online utilizzata fa davvero la differenza quando si opera sui mercati finanziari. In molti casi, è possibile perdere dei soldi a causa di una scelta sbagliata.

Il caso più eclatante è quello delle piattaforme non autorizzate: scegliere una piattaforma di questo tipo significa perdere tutto il proprio denaro, perché nella maggior parte dei casi sono delle vere e proprie truffe. Le truffe sono così tante che abbiamo scritto un articolo su come riconoscerle ma molti trader principianti si fanno ingannare.

Ma non basta scegliere una piattaforma che sia legale e quindi sicura. Pagare commissioni di trading è una vera e propria follia, i trader vincenti non pagano mai commissioni. Ecco perché è sempre opportuno scegliere broker che non applicano commissioni.

Per aiutare chi vuole cominciare a fare trading online, abbiamo selezionato alcune delle migliori piattaforme di trading, tutto autorizzate e regolamentate e senza commissioni:

Social Trading (Copia i migliori)

Semplice ed intuitivo ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: investous
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec

Corso trading gratis

Segnali di trading gratis ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: trade
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec

Corso trading gratis ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: iqoption
Deposito Minimo: 10€
Licenza: Cysec

Demo Gratuita Illimitata

Deposito minimo basso ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: plus500
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec

Sicura e affidabile ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: avatrade
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec

Protezione dai rischi ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni

La scelta di una di queste piattaforme mette al sicuro da ogni rischio di truffa e, allo stesso tempo, garantisce convenienza visto che non ci sono commissioni o costi fissi da pagare.

eToro

eToro è l’esempio più famoso e più apprezzato di piattaforma di trading adatta anche ai principianti. E’ molto facile da usare e consente addirittura di copiare, in modo automatico, quello che fanno i migliori trader del mondo.

Come? Grazie all’innovativo software Copytrading con cui è possibile trovare i trader che hanno guadagnato il massimo in passato (con minimo rischio) e poi copiarli.

Bisogna solo selezionare quali trader copiare, il resto lo fa il software di eToro in tempo reale.

Investous

Investous è l’altra grande opzione per i principianti che vogliono cominciare a fare trading online e vogliono evitare a tutti i costi di fallire.

Possiamo dire che Investous offre la possibilità di fare trading in modo semplice ed intuitivo. Tutti gli iscritti ricevono l’assistenza telefonica gratuita di un vero esperto di trading che fornisce consigli preziosi.

Per chi vuole evitare di fallire, poi, c’è la possibilità di scaricare gratuitamente un ottimo corso di trading, forse uno dei migliori in assoluto.

Il successo di questo corso è stato veramente strepitoso: centinaia di migliaia di download, in pochi mesi, solo in Italia. Come mai tanto successo?

Prima è gratuito al 100%, mentre altri corsi hanno un costo elevatissimo. Secondo, è orientato alla pratica, spiega come guadagnare con il trading senza far perdere tempo con la teoria. E terzo (fondamentale) è molto semplice da leggere, anche per un principiante.

Se questo non basta, Investous offre anche la possibilità di operare con un conto demo gratuito, illimitato e senza vincoli.

Iq Option

Iq Option è una piattaforma di trading online semplice da utilizzare (è veramente intuitiva) e molto apprezzata dai principianti anche perché si può cominciare a fare trading con un capitale di appena 10 euro.

Le altre piattaforme, di solito, richiedono circa 250 euro per cominciare ma con Iq Option bastano 10 euro. Impossibile rovinarsi con il trading investendo 10 euro.

Inoltre, Iq Option offre un’area didattica preziosa per i principianti, visto che contiene un video-corso completo che parte dalle basi per arrivare alle strategie più redditizie.

Non tutti sono nati per fare trading

Il trading online può essere fonte di grandi guadagni ma non bisogna pensare al trading come una macchina per fare soldi facili. In effetti, per fare trading ormai non ci vuole un grande capitale (si può cominciare con Iq Option con un capitale di appena 10 euro) ma ci vuole coraggio e mentalità vincente.

Fare trading online significa fare operazioni sul mercato, molte operazioni. Alcune di queste chiuderanno in perdita, altre in attivo. Anche i trader milionari perdono soldi su qualche operazione anche se nel loro caso il numero di operazioni in profitto è largamente superiore al numero di operazioni in perdita.

Ora, coloro che vogliono fare trading online ma considerano ogni perdita come una tragedia, non sono assolutamente adatti a fare trading. Meglio per loro dedicarsi ad altre attività.

Il trader vincente non è colui che conosce complesse strategie, dopo tutto le strategie si imparano oppure si possono copiare in automatico utilizzando un broker di social trading come eToro. Il trader vincente è colui che è capace di dominare le emozioni.

E purtroppo non tutti ne sono capaci
. Per evitare il fallimento come trader è importante, quindi, fare un analisi della propria personalità per capire se si è in grado di sopportare lo stress da trading oppure no.

Per chi non è completamente sicuro, potrebbe essere una soluzione iniziare a operare con Iq Option: in questo caso il capitale iniziale da investire è di appena 10 euro e quindi l’impatto psicologico di eventuali perdite è estremamente limitato. Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

Attenzione alle truffe

Il modo peggiore per iniziare a fare trading online è credere alle promesse di facili guadagni. Sistemi come 1k Daily Profit, Profit Formula, Quantum Code o Ethereum Code promettono guadagni facili, sicuri e immediati. In realtà sono sistemi che non funzionano assolutamente e che, anzi, fanno perdere tutto il capitale investito.

Chi inizia a fare trading online non dovrebbe mai credere, per nessun motivo, a questo tipo di promesse. Sono promesse fasulle e ingannevoli, pensate carpire la fiducia e i soldi dei meno esperti.

Il trading online non è un modo per fare soldi facili: per guadagnare ci vuole una piattaforma autorizzata e regolamentata, ci vuole impegno e ci vuole tempo da dedicare. Chiunque dica qualcosa di diverso, probabilmente, sta cercando di truffare.

La presenza delle truffe ha fatto credere ad alcuni, ad esempio, che il forex sia una truffa. Non è così, ovviamente. Di solito chi cade nel tranello dei sistemi per fare soldi facili si convince poi che il forex sia una truffa…

Preparazione insufficiente

Alcuni trader iniziano a operare sui mercati finanziari con grande entusiasmo, magari anche con passione, ma falliscono perché non hanno una preparazione sufficiente. Il trading online non è assolutamente un gioco, è un investimento speculativo. Che cosa dovrebbe fare un trader principiante che vuole inziare?

Imparare il trading online, studiare. Non c’è altra soluzione: chi vuole cominciare a fare trading online non può fare altro che studiare. Ci sono corsi di trading online a pagamento (possono arrivare a costare anche più di 1.000 euro) e corsi gratuiti. Tra i migliori corsi di trading gratuiti, segnaliamo quelli messi a disposizione dal broker Investous.

Investous, in effetti, offre corsi di alta qualità per tutti i livelli: ci sono corsi base, che insegnano i fondamenti del trading e corsi avanzati che spiegano passo a passo come impiegare le migliori strategie per ottenere i risultati migliori con il trading. I corsi sono messi a disposizione in modo completamente gratuito: puoi iscriverti cliccando qui.

Un altro meccanismo per studiare il trading online consiste nell’osservare quello che fanno i trader migliori, quelli che riescono a guadagnare milioni di euro. Come è possibile? Abbiamo già accennato al social trading di eToro: si tratta della fusione tra una piattaforma di trading e un social network. Con eToro, è possibile copiare i trader più bravi, in modo completamente automatico.

Questo non serve solo per iniziare a guadagnare da subito ma consente anche di capire davvero come si muovono i migliori. Puoi iscriverti gratis a eToro cliccando qui.

Ma che cosa spinge questi esperti a condividere le loro operazioni su eToro? Semplicemente, l’opportunità di guadagnare ancora più soldi. Gli esperti, infatti, vengono premiati da eToro con somme di denaro che possono facilmente superare i 10.000 euro, oltre ai normali profitti di trading. Il premio è direttamente proporzionale al numero di trader che stanno copiando.

La mancanza di esperienza

Alcuni trader possono avere problemi quando cominciano perché non hanno esperienza, ed è normale. Chi non ha mai fatto trading online si trova, per la prima volta, a dover prendere decisioni che possono comportare anche la perdita di denaro. Molti trucchi e tecniche di trading si imparano solo con l’esperienza. Che fare per accumulare la necessaria esperienza senza rischiare nulla?

Semplice, basta utilizzare le piattaforme di trading in modalità demo. Tutte le migliori piattaforme mettono a disposizione conti demo con cui si può operare sui mercati con denaro virtuale. In questo modo si accumula esperienza ma non si rischia assolutamente nulla.

Tra i migliori conti demo, possiamo segnalare quello offerto da Iq Option che è assolutamente illimitato e senza vincoli, in pratica può essere utilizzato per mesi o anni senza necessità di effettuare alcun deposito. Puoi iniziare la demo di Iq Option cliccando qui.

La gestione del rischio

Alcuni trader falliscono anche perché perdono di vista la gestione del rischio. Abbiamo già sottolineato come i mercati finanziari abbiano un certo livello di rischio che può comportare delle perdite. Per far fronte a questo rischio è opportuno implementare adeguate strategie di money management.

Nulla di complicato: la più efficace strategia di money management e anche la più semplice e consiste nel fissare un limite alla somma investita su ogni singola operazione.

La maggior parte dei trader di successo, non impiega mai più del 5% del capitale disponibile su una singola piattaforma. Per i meno esperti, può essere consigliabile impiegare anche meno, ad esempio solo il 2%.

In questo modo, anche nel caso sfortunato che una singola operazione sul mercato vada male, le perdite sarebbero molto basse rispetto al capitale totale e potrebbero essere facilmente compensate dai profitti della altre operazioni.

Un altro modo intelligente per gestire il rischio è utilizzare gli stop loss: si tratta di uno strumento che consente di comunicare alla piattaforma di chiudere la posizione in modo automatico quando si raggiunge un certo livello di perdita. In questo modo, è sempre possibile tenere sotto controllo la quantità massima di denaro che si può perdere sulla singola operazione.

Conclusioni

Chi inizia a fare trading online deve mettere in conto anche il potenziale fallimento. Fallire nel trading è diverso da perdere soldi: tutti perdono soldi, prima o poi, su una singola operazione, anche i migliori. L’importante è che le operazioni che si chiudono in profitto sono di più di quelle che si chiudono in perdita.

Fallire nel trading significa, invece, perdere tutto il denaro investito e magari abbandonare per sempre l’idea di fare trading online.

In questo articolo abbiamo spiegato quali sono le cause più frequenti dei fallimenti e come è possibile evitarli.

Di solito le truffe. Per questo consigliamo sempre di iscriversi su piattaforme autorizzate e regolamentate che sono garantite.

Usando piattaforme sicure e studiando prima di cominciare a operare.

Una delle risorse più preziose per i trader principianti è copiare automaticamente i migliori grazie a eToro.

Sì, se si cade vittima di una truffa. Per chi opera con le piattaforme autorizzate e regolamentate che presentiamo è difficile rovinarsi visto che si comincia con un capitale che varia dai 10 ai 250 euro.

Come fare trading in un mercato laterale (Trading senza trend)

Tradare sulle lateralizzazioni permette di generare profitto anche in quei mercati che non si stanno muovendo lungo una direzione precisa, ma che si stanno spostando in orizzontale. Identificando i due livelli estremi (supporto e resistenza) di questo movimento, è possibile prevedere il momento nel quale il grafico scenderà o salirà.

�� Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Trading in sicurezza, e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Questo continuo andamento laterale infatti, formerà sul grafico un canale orizzontale, all’interno del quale si muoverà il prezzo, che continuerà a rimbalzare sulle due bande esterne. Rimbalzando praticamente sempre sugli stessi livelli di supporto e resistenza, prevedere quando comprare e quando vendere diventa un compito abbastanza semplice. Infatti in una situazione del genere, il grafico entrerà in trend solo dopo aver rotto uno dei due livelli estremi del canale di lateralizzazione. Fintanto che vi rimarrà all’interno dovrebbe continuare a rimbalzare sugli stessi livelli.

Individuare un titolo che si trova in una fase laterale è abbastanza semplice. Un titolo che si muove in laterale, come è intuibile, si sposterà in orizzontale creando una banda di oscillazione che si muove tra il livello minimo di supporto e il livello massimo di resistenza. Il fatto che il grafico tende a rimbalzare sempre sugli stessi livelli ci permette di prevedere facilmente quando comprare e vendere. Ad esempio, un titolo che oscilla all’interno di una banda che va da 10 a 15, ci permetterà di prevedere, con elevata accuratezza, che quando il prezzo è nei pressi di 10, questo rimbalzerà sul supporto e salirà, quando è nei pressi di 15, questo sbatterà sulla resistenza e scenderà.

Come guadagnare in un mercato laterale

Operare in un mercato in lateralizzazione ci permette di ridurre al minimo le emozioni, visto che potremo facilmente stabilire in anticipo il punto di entrata e uscita della posizione. È importante sottolineare che, nonostante questo sia uno dei tipi di trading meno rischiosi, una componente di rischio esiste sempre. Ad esempio i livelli estremi del range non sempre vengono rispettati al 100%, anzi, spesso non sono mai precisi al millesimo, ma piuttosto vengono spesso violati di qualche decimo di prezzo prima che questo rientri nella banda laterale. Devi sapere quindi che, i livelli di supporto e di resistenza, possono solo indicare un punto approssimativo nel quale il prezzo invertirà, e non il livello preciso. Per cui mettete in preventivo di dover sopportare piccole perdite prima che il prezzo giri a vostro favore.

Per poter limitare queste perdite basta semplicemente non comprare al di sotto della retta di supporto, ma aspettare sempre che il prezzo vi sia tornato sopra. E non vendere mai quando il prezzo si trova al di sopra della retta di resistenza. Anche qui infatti, se vedi che il grafico non rimbalza esattamente sulla resistenza, ma al contrario la perfora, non aprire nessuna posizione short fino a quando il prezzo non la avrà riperforata al ribasso. Quindi, in parole povere, non aprire nessuna posizione quando il prezzo si trova al di fuori del range di lateralizzazione.

Applicando questa strategia in maniera continua, fintanto che il prezzo non rompe uno dei due livelli estremi e non si incanala lungo un trend, il profitto che riusciremo a portare a casa, aprendo sia posizioni long che short, è di tutto rispetto. Ovviamente il profitto varia in base all’ampiezza della banda – una banda più ampia ci permetterà di guadagnare più soldi per ogni operazione – e in base alla sua lunghezza – una banda più lunga ci permetterà di aprire più posizioni e quindi incassare più denaro.

Controllare il rischio e l’utilizzo di stop loss in trend laterali

Uno dei rischi maggiori di operare in un mercato in lateralizzazione è la perforazione della banda. È impossibile prevedere quando questa perforazione avverrà, l’unica cosa di cui potete stare certi è che succederà. Per questo prestate molta attenzione quando i due livelli estremi vengono perforati, sapendo bene però che, la perforazione di un livello non significa per forza fine del range, poiché come detto, il prezzo tende a non rimbalzare precisamente sempre sullo stesso livello. In ogni caso non anticipate mai l’apertura di una posizione, poiché nel caso di inizio di un trend, sarebbe veramente dura riuscire a minimizzare le perdite.

Per porre rimedio a questo rischio, l’unico strumento che ci viene in aiuto è lo stop-loss. Impostando lo stop-loss poco sopra/sotto il livello di apertura della posizione – preferibilmente poco sopra/sotto i due livelli estremi – riusciremo a minimizzare la perdita nel caso in cui apriremo una posizione prima dell’inizio di un trend. Infatti in questo modo, non appena il prezzo perforerà uno dei due livelli, lo stop-loss si attiverà chiudendo in automatico la posizione.

Il secondo maggior pericolo al quale dobbiamo prestare attenzione è perdere il trade poiché, visto la perforazione del range, abbiamo deciso di non aprire la posizione per non assumerci il rischio di entrare prima dell’inizio del trend. Per poi accorgerci troppo tardi che, come detto, il grafico aveva solo rimbalzato un po’ più in là, e che poi aveva continuato a muoversi all’interno della banda. Questo è un rischio subdolo, poiché anche se commettere questo errore non ci fa perdere soldi, comunque non ce li fa guadagnare, che nel trading è più o meno la stessa cosa.

L’unico “trucco” che ci permette di evitare l’errore di non entrare nel trend, è piazzare l’ordine di entrata sopra la retta di resistenza e sotto il livello di supporto. In questo modo la nostra posizione si aprirà solo se il prezzo sarà rientrato all’interno della banda di lateralizzazione e quindi, solo se il movimento orizzontale del grafico continuerà. In ogni caso, impostando uno stop-loss sopra/sotto il livello di resistenza/supporto, saremo protetti anche nel caso in cui il grafico, dopo essere rientrato nella banda, vi riuscirà repentinamente iniziando un trend.

Come utilizzare l’indicatore ADX in un trend laterale

Passiamo ora a parlare di quali indicatori possono essere utilizzati per guadagnare nella fase in cui il mercato è in lateralizzazione. Ci sono diversi strumenti di trading che ci possono venire in soccorso in queste situazione, i più utili sono gli oscillatori come l’RSI, che identificano le zone di ipercomprato/ipervenduto di un titolo, preannunciando quindi quando il grafico rimbalzerà. Questi strumenti danno il meglio di sé proprio nei momenti in cui il mercato non ha trend. Parlerò però anche di un altro indicatore molto importante in queste occasioni: l’ADX.

Partiamo parlando dell’ADX. Ti sei mai chiesto quando un mercato è in lateralizzazione e quando non lo è? L’ADX è l’indicatore che risponde proprio a questa domanda. Si muove all’interno di una fascia che va da 0 a 100 e selezionando questo indicatore, quello che ci compare è un grafico con tre linee: +DI, -DI e ADX. La linea che dobbiamo monitorare è quella dell’ADX. il suo obiettivo infatti è quello di identificare la forza di un trend ma non la sua direzione. Ripeto l’ADX non ci mostra la direzione del trend, ma soltanto la sua intensità.

Funziona in questo modo, è molto semplice: quando si trova al di sopra del valore di 30, significa che siamo di fronte ad un mercato in forte trend, di conseguenza, un ADX sotto 30 ci segnala che il trend è in esaurimento o che siamo di fronte ad una situazione di mercato in lateralizzazione. Quindi osservare l’ADX ci aiuta a capire quando è il momento di mettere in pratica le tecniche da trading range. Inoltre, se durante una fase laterale, osserviamo un ADX che supera il valore di 30, dobbiamo prestare molta attenzione, perché potrebbe voler dire che il mercato ha acquisito forza e che la fase di lateralizzazione potrebbe essere alla fine.

Come utilizzare l’oscillatore RSI in un trend laterale

Parliamo ora degli oscillatori, questi come detto segnalano al trader le zone di ipercomprato e di ipervenduto oscillando all’interno di una banda. Quando un oscillatore si trova al di sopra del suo estremo superiore, il mercato viene considerato in ipercomprato, e quindi è lecito pensare che inverta al ribasso. Viceversa quando si trova sotto al suo estremo inferiore, il mercato viene considerato in una fase di ipervenduto e quindi è prevedibile un’inversione rialzista.

L’oscillatore più comune e utilizzato per questi scopi è l’RSI. Questo strumento si muove all’interno di una banda che oscilla tra 0 e 100. Viene considerato in ipercomprato quando si trova al di sopra dei 70, viene considerato in ipervenduto quando si trova al di sotto dei 30. Ma in che modo l’RSI può aiutarci nelle fase di mercato in laterale? Semplice, se in un mercato in range, il prezzo si trova vicino la sua retta di supporto e allo stesso tempo l’RSI segnala una situazione di ipervenduto, allora ci sono più possibilità che il grafico rimbalzerà sul supporto e salirà. Al contrario se quando il prezzo si trova nei pressi della retta di resistenza e l’RSI è in ipercomprato, sarà più facile prevedere un’inversione ribassista. Per identificare meglio i livelli estremi è consigliato impostare l’RSI su un valore inferiore a 10.

Il mio consiglio, in questi casi, è quello di aprire soltanto posizioni che vengono confermate anche dall’oscillatore. Infatti se il prezzo è vicino agli estremi del range, ma l’RSI non conferma la situazione estrema, non si dovrebbe intraprendere nessuna operazione, in quanto è probabile che questo significhi che il mercato ha ancora la forza per proseguire e che potrebbe perforare il range di trading. Quindi l’utilizzo di un oscillatore durante la fase laterale del mercato potrebbe evitarci di aprire una posizione prima che il grafico si incanali in un trend direzionale.

Conclusioni su strategia di trading per mercati in fase laterale

Mettendo tutto insieme, rette di supporto/resistenza, RSI e ADX, avremo un’ottima strategia da utilizzare nelle fasi di lateralizzazione. Il consiglio infatti è quello di aprire una posizione soltanto quando tutte e tre le tecniche confermano la direzione del trend. Entrare nel mercato quando uno di questi segnali è in disaccordo con gli altri, significherebbe aumentare di molto le probabilità di perdere denaro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: