Investimenti JP Morgan propone l’Africa

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Categoria: Strategie

Forex: la settimana del mercato valutario

Nella settimana in corso ci sono almeno sei eventi che possono influenzare il mercato valutario. Si tratta delle dichiarazioni di politica monetaria delle banche centrali, tutte attese tra il 17…

di Luigi Boggi – 18 Giugno 2020

Opzioni binarie: rischi su Sudafrica e Turchia

I paesi emergenti, nel loro cammino di crescita che sembra quasi inarrestabile, sono considerati dei canali privilegiati d’investimento. Questo è un discorso “in generale” perché se poi si va nel…

di Luigi Boggi – 18 Giugno 2020

Forex: ha senso scommettere sull’euro forte?

La situazione economica europea continua ad essere critica e nonostante gli sforzi profusi dalle istituzioni, l’euro continua ad essere molto forte, soprattutto nei confronti del dollaro. La BCE, però, sotto…

di Luigi Boggi – 18 Giugno 2020

Investimenti: JP Morgan propone l’Africa

Diversificare gli investimenti e scegliere gli asset più remunerativi è sicuramente una strategia efficace per non perdere terreno. Gli investitori che si guardano intorno, in queste settimane, trovano numerose indicazioni….

di Luigi Boggi – 22 Maggio 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Banche: i tassi negati sui depositi

Se si applicassero dei tassi negati sui depositi, al di là della direzione del cambiamento delle banche, ci sarebbe sicuramente una variazione nel sistema creditizio. Secondo alcuni se ne avvantaggerebbe…

di Luigi Boggi – 21 Maggio 2020

Opzioni binarie: la storia dei tedeschi poveri non convince

Investire in opzioni binarie vuol dire conoscere a fondo l’economia di un paese ed essere pronti a scommetterci su. Eppure ci sono talvolta dei report che indirizzano gli investimenti…

di Luigi Boggi – 30 Aprile 2020

Opzioni binarie: la teoria economica dell’austerity è sbagliata

Ogni volta che bisogna scegliere e delinare una linea economica e politica si fa sempre riferimento ad algoritmi e teorie. In alcuni casi, a distanza di anni, questi calcoli possono…

di Luigi Boggi – 30 Aprile 2020

Goldman Sachs: non esagerate con l’oro

Il bene rifugio per eccellenza, ormai, ha perso il suo appeal e un po’ tutti, analizzando superficialmente l’andamento delle quotazioni nel mercato delle materie prime, hanno preso una cantonata senza…

di Luigi Boggi – 26 Aprile 2020

Forex: tutti contro lo yen

Il meeting della Bank of Japan doveva sciogliere una serie di nodi fondamentali per il mercato Forex internazionale invece quello che si evince dai primi rapporti è che non cambia…

di Luigi Boggi – 26 Aprile 2020

Opzioni binarie: che fine farà il petrolio di Chavez

Hugo Chavez è morto lasciando un vuoto profondo nelle popolazione venezuelana ma gli investitori sono già pronti a chiedersi: che fine farà tutto il petrolio che era stato “promosso” dell’ex…

di Luigi Boggi – 7 Marzo 2020

Opzioni binarie: le strategie Long e Short Straddle

Come operare con le opzioni binarie

Opzioni binarie: perché puntare sul trading veloce?

I diversi utilizzi delle opzioni binarie Put

I diversi utilizzi delle opzioni binarie

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Giappone: FT contro la politica di Shinzo

Il Financial Times offre numerosi spunti di discussione a chi è interessato a conoscere la realtà economica al fine d’indirizzare nel modo più opportuno gli investimenti finanziari. In questi giorni sembra che il bersaglio delle critiche sia la politica monetaria giapponese.

La chiamano Abenomics dal nome del ministro dell’economia giapponese Abe Shinzo che, nonostante le accuse legate alla guerra tra valute, ha deciso di continuare con l’esperimento: offrire al paese stimoli monetari e fiscali in modo da regolare l’inflazione e tenere sotto controllo la svalutazione dello yen.

La svalutazione della moneta locale, secondo il Financial Times ma anche secondo molti altri analisti stranieri, non è soltanto insostenibile sul lungo periodo ma potrebbe essere dannosa per le altre economie che dialogano con quella giapponese.

Da dicembre 2020 a maggio di quest’anno, lo yen ha perso il 25 per cento del suo valore e il Giappone è riuscito a dare nuova linfa alle esportazioni che sono riuscite a far crescere molto il prodotto interno lordo del paese.

Peccato che quel che fa bene al Giappone, non fa altrettanto bene ai partner commerciali di questa nazione. La tensione finanziaria, in questo senso, potrebbe tradursi in una tensione politica e visto che nelle vicinanze della nazione di Shinzo c’è la Corea del Nord, non c’è da stare proprio così tranquilli.

Investimenti: JP Morgan propone l’Africa

“L’Africa è il continente del futuro su cui la Ue dovrebbe puntare maggiormente con la sua politica estera”. Insomma, si può fare molto di più, questa è la ferma convinzione di Giorgio Squinzi, Amministratore Unico di Mapei ed ex Presidente di Confindustria.
E questo nonostante l’Italia – numeri alla mano – sia sempre al vertice dei dati statistici, contendendosi le prime posizioni con Cina ed Emirati Arabi.

Nel vicino Nord Africa che si affaccia sul “Mare nostrum” l’export italiano ha raggiunto nel 2020 la cifra di 12,5 miliardi di Euro, con l’Algeria che continua ad avere l’Italia come primo partner commerciale (e non la Francia come a molti verrebbe da pensare).

Ma secondo Sace la vera scommessa per le esportazioni italiane negli anni futuri sarà l’Africa Subsahariana, che anche nel 2020 sta segnando un +6% di crescita, in linea con la performance dell’anno precedente (+7,2%).

Senegal e Ghana si affiancano a mete più tradizionali come il Sudafrica.
Il Senegal in particolare ha sviluppato negli ultimi anni numerose partnership con primarie aziende italiane nel settore dell’edilizia e delle infrastrutture, dell’energia, dei trasporti e dell’agricoltura.

Di fronte a queste prospettive di notevole sviluppo economico, che avverrà nel futuro più o meno prossimo, alcuni clienti cominciano a chiedere se vi siano strumenti finanziari che diano la possibilità di investire anche piccole cifre sugli Stati emergenti del continente africano.

Ma prima di verificare se tali strumenti ci siano e quali siano, è utile chiarire la differenza tra mercati emergenti e mercati di frontiera.

Tutti abbiamo sentito parlare in più di un’occasione di mercati emergenti, conosciuti anche con l’acronimo NIC (Nazioni di recente industrializzazione), espressione con la quale ci si riferisce a quelle economie non ancora pienamente sviluppate in possesso però di un grande potenziale di crescita a fronte di investimenti il cui rischio è comunque, dati alla mano, molto elevato.

MSCI Merging Markets (clicca sull’immagine per ingrandire)

Da questi mercati si distinguono però i cosiddetti mercati di frontiera, alcuni persino più prosperi di molti Paesi sviluppati (si pensi al Qatar), anche se caratterizzati da livelli di sviluppo che non arrivano ad essere quelli dei mercati emergenti. Altra caratteristica dell’economia di questi Paesi è che la circolazione dei capitali è esigua e i mercati di capitali non sono sufficientemente liquidi perché questi Stati possano essere integrati nel gruppo degli emergenti. Solo una minima parte di questi capitali è in mano ad investitori esteri e perciò tali mercati racchiudono spesso un potenziale ancora poco sfruttato. Peraltro tali Stati sono di solito caratterizzati da profonde riforme economiche e presentano pertanto buone prospettive di crescita nel lungo termine. Naturalmente si tratta di Paesi anche molto diversi fra loro che si trovano in varie parti del Globo.

MSCI Frontier Markets Index (clicca sull’immagine per ingrandire)

Nell’area africana, se da un lato si segnala il Sud Africa come Paese Emergente, dall’altro si può osservare come molti Stati facciano parte dei “Frontier Markets”, per esempio Marocco, Kenya, Nigeria, Ghana, Costa d’Avorio e altri ancora. Contrariamente alla percezione generale, la situazione politica in molti Paesi africani è stabile e alcune delle loro economie sono in costante miglioramento, con la classe politica che si sta concentrando sulle riforme strutturali. In diversi casi, il Fondo Monetario Internazionale sostiene il programma di riforme di questi Paesi, rafforzando notevolmente la loro credibilità dal punto di vista degli investimenti obbligazionari e non solo.

Tornando quindi al quesito inizialmente posto, tra le recenti opportunità di investimento in Africa si segnala il Fondo azionario JP Morgan Africa, classificato da Assogestioni come fondo azionario paesi emergenti con benchmark dichiarato Dow Jones Africa Titans 50 Index. Tale strumento consente di investire anche una somma molto contenuta privilegiando una certa area geografica (si veda sotto) e diversificando il rischio su diversi titoli (Nestlé Nigeria, Safaricom, Tullow Oil ecc.).

SCOMPOSIZIONE GEOGRAFICA (%) JPM Africa A (perf) (acc) – EUR

  • Sud Africa 35,7
  • Nigeria 11,1
  • Kenya 10,0
  • Egitto 9,9
  • Zambia 7,1
  • Marocco 6,9
  • Zimbabwe 5,8
  • Ghana 5,1
  • Stati Uniti 2,3
  • Mauritius 1,0
  • Altro 0,7
  • Liquidità 4,4

Naturalmente si tratta di un investimento rivolto soltanto a coloro che siano in grado di sopportare un livello di rischio piuttosto elevato: l’ottica di investimento è di lungo periodo e a delle buone prospettive di rendimento si affiancano maggiori probabilità di oscillazione del valore dello stesso.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: