Opzioni binarie l’Europa teme la Slovenia

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni binarie: l’Europa teme la Slovenia

La Slovenia sta entrando in una crisi che potrebbe aprire l’ennesima frattura in Europa ma finora Bruxelles aveva trascurato questa parte del Vecchio Continente, un po’ com’era accaduto anche per Cipro.

La Slovenia, stando all’ultimo rapporto dell’OCSE, sarà il prossimo paese ad affrontare una crisi che parte dalla debolezza del settore bancario. Una specie di Cipro in versione balcanica che potrebbe però scatenare un effetto domino in Italia, in Croazia, in Ungheria o anche in Austria.

L’OCSE ritiene che la situazione slovena si sia aggravata e l’allarme, lanciato ormai qualche mese fa, sia stato preso troppo alla leggera. Adesso le banche slovene dovranno proseguire con la ricapitalizzazione e l’operazione comporterà l’esborso di circa 1 miliardo di euro.

La Slovenia, in più, proprio nel 2020 dovrebbe vedere contrarsi il PIL del 2,1 per cento. Una contrazione che segue quella del 2020 pari al 2,3 per cento. A livello europeo la Slovenia rappresenta lo 0,4 per cento del PIL.

La Slovenia, tra l’altro, attualmente è l’unico paese che faceva parte di uno stato comunista e adesso provvede alla privatizzazione del settore bancario. Il management sloveno, però, ha dichiarato che il paese non avrà bisogno di aiuti e non sarà necessario un piano di salvataggio per il paese.

Opzioni binarie: Moody’s non vede bene la Spagna

L’Europa è nel baratro della recessione e una situazione “migliore” non sarà ottenuta prima del 2020. Questo quadro generico, questa visione d’insieme, non esclude la possibilità che ci siano paesi che se la passano peggio di altri.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Secondo il Financial Times, che ha affidato l’analisi europea alla penna di Wolfang Munchau, il paese europeo che sta messo peggio è l’Italia dove sia le imprese che le famiglie sono sofferenti. Le imprese non riescono a trovare finanziamenti e devono fronteggiare l’austerity fiscale, le famiglie, invece, hanno già ridotto i consumi, compresi quelli alimentari e non vogliono accedere alle linee di finanziamento attualmente disponibili nelle banche.

Le agenzie di rating, che non hanno smesso mai di minacciare il nostro paese, adesso devono fare i conti con l’aggravarsi della situazione spagnola. Il giudizio di Moody’s su Madrid non lascia spazio agli equivoci.

La Spagna sta facendo grandi progressi, ha quasi messo in ordine i conti pubblici ed è pronta ad affrontare le nuove sfide macroeconomiche. Gli sforzi finora compiuti sono stati ben distribuiti ma la sfida che Madrid deve superare è veramente dura.

Per questo Moody’s ha pensato di confermare l’outlook negativo sul rating sovrano del paese che ha un debito pubblico migliorato, ma non riuscirà a raggiungere l’obiettivo di deficit 2020: farlo diventare il 4,5 per cento del PIL. La borsa sembra impermeabile a queste notizie e l’Ibex vola in territorio positivo con un incremento dello 0,4 per cento.

L’Europa e gli alert del resto del mondo

Nel caso di Cipro gli avvertimenti sulla crisi sono arrivati troppo tardi. Per la Slovenia, invece, sembra che il monito sia già attivo ma è anche vero che il management del paese sta già mettendo le mani avanti dicendo che non serviranno aiuti.

In realtà, al di là del singolo stato, è l’Europa nel suo complesso a soffrire e per questo da più parti arrivano degli avvertimenti. Per esempio dal Regno Unito, che dal 2008 è ha subito una battuta d’arresto per la sua economia, arriva l’annuncio dell’Europa sprofondata in una “depressione quasi infinita”. Chiaramente il Regno Unito è interessato ad un’inversione di tendenza al fine di non perdere un partner di rilievo.

Il grido inglese non è solitario visto che anche secondo il capo economista di Ivesco Perpetual, spiega che il PIL della zona euro tra il 2020 e il 2020 sarà in calo. La stima è quella di una crescita negativa dello 0,2 per cento del PIL.

La situazione potrebbe essere ulteriormente aggravata anche da quello che è accaduto a Cipro, visto che adesso le banche, per evitare l’effetto domino, potrebbero ridurre i prestiti per famiglie e imprese nell’immediato futuro. L’austerità che è già la norma nel Vecchio Continente, potrebbe essere il suo colpo di grazia.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: