USA le previsioni sull’economia

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Previsioni sull’andamento dell’economia americana: Riconfermata la crescita con la creazione di 225.000 nuovi posti di lavoro a Gennaio 2020 contro aspettative di 164.000 da parte degli economisti

Riteniamo quindi che ci siano tutte le premesse per una ulteriore crescita economica in America di qui ai prossimi 5-7 anni

Sentiamo parlare di un rallentamento in vista per l’economia americana. Noi di ExportUSA la vediamo diversamente: l’economia americana è destinata a continuare il trend positivo degli ultimi anni. Di seguito descriviamo gli argomenti che ci rendono positivi sulle prospettive di crescita dell’economia USA

07 Febbraio 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Ancora un miglioramento per il mercato del lavoro e l’occupazione in America

L’economia americana ancora in crescita conferma la solidità di un mercato del lavoro già robusto di suo. Il Bureau of labor Statistics ha comunicato questa settimana i dati sull’occupazione americana che nel Gennaio 2020 ha 225.000 nuovi posti di lavoro. Le attese degli economisti e degli analisti finanziari erano per un incremento occupazionale in America di 164.000 unità nello stesso mese. Il tasso di disoccupazione sale dal 3.5% al 3.6% per motivi tecnici legati al calcolo dell’indice.

E sempre negli USA, salari e stipendi aumentano in media del 3.1% rispetto allo stesso mese del 2020. Il dato si aggiunge all’aumento del 2% registrato nel trimestre precedente.

Al 2.3% per il 2020, il tasso di inflazione in America rimane sotto controllo [era stato del 2.1% nel 2020]

Sulla scia di queste notizie positive sull’economia statunitense, il cambio Dollaro / Euro è a 1.0948 [07 Febbraio 2020; ore 18:15 in Italia] con evidente rafforzamento del Dollaro rispetto alle ultime due settimane.

16 Gennaio 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

L’accordo commerciali tra Stati Uniti e Cina include una clausola che impegna la Cina ad acquistare dall’America 200 miliardi di dollari di merci e servizi in più rispetto al consuntivo 2020

La clausola di fatto produrrà un aumento delle esportazioni americane di $200MLD nel corso dei prossimi due anni. Per mettere le cose in prospettiva, l’export americano di merci e servizi è stato di 2500 miliardi di dollari nel 2020 [erano 1600 nel 2020 con incremento medio annuo, quindi, di $200MLD] Si tratta di un enorme stimolo di crescita per l’economia americana e che non dipende dalla domanda interna [consumi e/o investimenti]

È un ulteriore elemento di sostegno di lungo termine alla crescita dell’economia americana che si somma a quello rappresentato dalle esportazioni di gas naturale e di petrolio di produzione americana. Anche questo, come l’aumento delle esportazioni verso la Cina, un fattore di crescita esogeno, o, se vogliamo, di tipo totalmente incrementale rispetto alla base produttiva americana.

Ribadiamo la nostra convinzione che la crescita del’economia americana potrà continuare nel medio periodo [5-7 anni] Il mercato americano si riconferma una scelta vincente per esportare i prodotti e servizi Made in Italy e lo scenario delineato dovrebbe indurre le aziende italiane a considerare attentamente l’America come mercato strategico per le scelte di internazionalizzazione.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

La lista delle merci e dei servizi che la Cina si impegna ad importare [aggiuntive rispetto alla baseline 2020] nei prossimi due anni è molto dettagliata e ricomprende centinaia di dettagliate classificazioni doganali che si riassumono come segue:

  • $38 Miliardi = Servizi [assicurazioni, finanza, IT, accordi di technology transfer etc.]
  • $52 Miliardi = Prodotti del settore energetico tra cui anche gas naturale e petrolio
  • $32 Miliardi = Prodotti agricoli tra cui anche carne di maiale
  • $78 Miliardi = Prodotti manufatturieri tra cui macchinari, aerei etc.

27 Dicembre 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Si placa il timore di recessione. Previsioni di ulteriore crescita per l’economia americana nel 2020. La FED avrà un ruolo centrale. Nuovo record del NASDAQ che sfonda quota 9000 punti per la prima volta

Le previsioni sull’economia USA per il 2020 hanno visto i pessimisti alla ribalta, ognuno con la sua ricetta sul prossimo collasso. La realtà è stata diversa e l’economia degli Stati Uniti ha continuato a crescere. La tenuta dei consumi ha fugato ogni timore di crisi e la FED ha tagliato i tassi di interesse americani 3 volte nel 2020 ed ha continuato la politica monetaria espansiva e il programma di QE [quantitative easing]

L’espansione della base monetaria in America, la riduzione dei tassi di interesse, la continua crescita del PIL americano, il tasso di disoccupazione ai minimi storici in America al 3.5% e la crescita dei salari reali non hanno per il momento determinato un aumento dell’inflazione negli USA e questo è un risultato brillante per l’intera economia. Altrattanto encomiabile è lo spirito con cui la FED ha cambiato le proprie convinzioni in tema di politica monetaria in corso d’anno senza incaponirsi e accettando con intelligenza ed umiltà quello che il mutato scenario dell’economia dettava.

Sul fronte degli interscambi abbiamo un nuovo accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina, la ratifica da parte del Congresso americano dei nuovi trattati commerciali tra USA e Messico e USA e Canada in sostituzione del NAFTA.

Nei rapporti commerciali tra Stati Uniti ed Europa segnaliamo che i dazi sull’importazione in America delle auto prodotto in Europa sono stati rimandati sine die. Volkswagen ha annunciato un investimento di 800 milioni di dollari per produre auto elettriche in America. Come abbiamo sempre sostenuto noi di ExportUSA, questo è il vero obiettivo dell’Amministrazione Trump dietro alla minaccia di dazi sul comparto auto: assicurarsi una quota di investimenti per la produzione di auto elettriche, ovvero la tecnologia che di qui a 5-7 anni rivoluzionerà l’industri automobilistica.

06 Dicembre 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Il mercato del lavoro negli Stati Uniti continua a crescere: disoccupazione al 3.5% nel mese di novembre 2020. Nuovi record di crescita per la borsa americana

Nel mese di Novembre 2020 sono stati creati 266.000 nuovi posti di lavoro in America, ben oltre le aspettative che prevedevano una rescita di 187.000 posti di lavoro. La disoccupazione in America scende al 3.5%.

I salari medi negli Stati Uniti sono cresciuti del 3.1% negli ultimi 12 mesi. Una crescita dei livelli salariali mai vista dai tempi della crisi finanziaria del 2008.

Sulla notizia Wall Street ha segnato nuovi recod per la borsa americana:

10 Ottobre 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Nuovi record di crescita per l’economia USA

Nel mese di Settembre 2020 sono stati resi noti i dati relativi al mercato del lavoro americano e continuano i segnali positivi per l’economia americana:

  • Posti di lavoro creati: 136.000
  • Tasso di disoccupazione in America: 3.5% Record storico degli ultimi trent’anni. In pratica è sparita la disoccupazione in America
  • Gli stipendi medi in America sono aumentati del 2.9% rispetto allo stesso mese del 2020. Era questo uno dei punti controversi della crescita economica americana che cresceva senza che aumentassero i salari di operai e impiegati. Con il dato del Settembre 2020 sembra che questa anomalia si stia attenuando ed una parte della nuova ricchezza creata viene redistribuita sui lavoratori per il tramite degli aumenti salariali.

18 Luglio 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Vendite al dettaglio e Creazione di Nuovi posti di Lavoro nel mese di Giugno superano le previsioni degli economisti

Il Commerce Department ha annunciato Martedì scorso che le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate dello 0.4% rispetto al mese di Maggio 2020. Un risultato migliore delle aspettive che predevano una crescita dello 0.1%

L’incremento registrato dal mese di Giugno sommato a quello già verificatosi a Maggio e ad Aprile, consolidano l’idea di una continua espansione dell’economia americana ed una accelerazione dei consumi privati per il secondo trimestre 2020.

Il cosiddetto “core retail index”, ottenuto escludendo le vendite di auto, carburanti, spese al ristorante e materiali da costruzione, eè aumentato dello 0.7% dopo che il dato di Maggio è stato rivisto al rialzo allo 0.6%. L’importanza del “core retail index” è legata al fatto che lo stesso si allinea con la componente “consumi privati” del PIL.

Luglio 2020 segna il più lungo periodo di espansione dell’economia americana

Il Bureau of Labor Statistics (BLS) ha annunciato che il “Total nonfarm payroll” di Giugno è aumentato di 224.000 unità. In pratica, nel mese di Giugno 2020 sono stati creati 224.000 nuovi posti di lavoro in America. Un ottimo dato che supera di molto le aspettative degli economisti che prevedevano un aumento di 162.000 posti di lavoro.

Record di gettito fiscale federale dalle concessioni per l’estrazione di petrolio e gas naturale in America

Secondo l’ Interior Department il Governo Federale Americano aveva generato un gettito fiscale di 7.1 miliardi di dollari nel 2020. Le royalties per l’estrazione di petrolio e gas naturale hanno invece raggiunto il livello record di 9.1 miliardi di dollari nel 2020.

05 Maggio 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Tasso di disoccupazione negli Stati Uniti 3.6% ai minimi dal 1969

Creati 263.000 nuovi posti di lavoro negli USA nel mese di Aprile 2020. Di conseguenza la disoccupazione in America si attesta al 3.6% secondo i dal Bureau of Labor Statistics.

Si tratta di un dato incredibilmente positivo che sottolinea come continua la crescita dell’economia americana. Riportiamo di seguito una tabella con i tassi mensili di disoccupazione degli USA dal 2009 ad oggi. Per 24 mesi di seguito [da Aprile2009 a . Settembre 2020] la disoccupazione in America è stata del 9% o più con un picco del 10% nel mese di Ottobre 2009.

A partire da Ottobre 2020 la disoccupazione negli USA ha cominciato a scendere fino ad arrivare al record del 3.6% segnato nel mese di Aprile 2020.

Il dato di disoccupazione, impressionante in sè, testimonia del grado di reattività e di adattamento e la dinamicità dell’economia americana che dopo la crisi del 2008 è entrata in una fase di crescita continua che non sembra avere sosta.

Assieme ai dati sulla crescita tendenziale del 3.2% del PIL americano per il 2020 [di cui scriviamo sotto], il dato sull’unemployment conferma la crescita dell’economia.

2020

La settimana conclusasi Venerdì 03 Maggio 2020 è stata ricca di dati positivi per l’economia americana:

Molte le notizie positive per l’economia statunitense di cui riportiamo in altre pagine del sito di ExportUSA:

  • Record delle esportazioni di gas naturale a Febbraio 2020;
  • Record di estrazione di petrolio americano;
  • Firma di due accordi commerciali per esportare gas naturale americano in Europa;
  • Minimo storico delle importazioni americane di petrolio;
  • Record di borsa dell’indice SP500;
  • Accordo tra il Presidente Trump e i vertici del Partito Democratico per avviare il piano di investimenti per il rinnovo delle infrastrutture americane;
  • In vista un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina che dovrebbe porre fine alla paventata guerra commerciale.

Oltre a questa pagina che offre analisi e commenti sull’andamento dell’economi aamericana in genere, Il sito di ExportUSA propone periodici aggiornamenti e commenti sulle seguenti tematiche legate al mercato americano:

02 Maggio 2020
Aggiornamento sull’andamento dell’economica americana

Il Presidente Trump e la dirigenza del Partito Democratico trovano un accordo sugli investimenti per il rinnovo delle infrastrutture in America

Nella giornata di ieri, 01 Maggio 2020, il Presidente Trump ha incontrato in un meeting a porte chiuse Nancy Pelosi, House Speaker, e Chuck Schumer, Senate Minority Leader. Di fatto il vertice del Partito Democratico americano.

Oggetto della discussione è stato il piano di investimenti per il rinnovo delle infrastrutture in America. Parliamo di porti, autostrade, ponti, ferrovie, aeroporti, gallerie, dighe, impianti idroelettrici etc.

Investire per rinnovare le infrastrutture è stata una delle promesse elettorali del Presidente Trump ed è l’unico punto su cui anche i democratici si sono sempre dimostrati in linea con lui anche perchè si tratta di un’iniziativa che gode del favore incondizionato di tutti i sindacati americani.

In campagna elettorale il Presidente Trump parlava di investimenti per 1.5 trilioni di dollari in 10 anni mentre dal meeting di ieri è emersa la proposta di investimenti per 2 trilioni di dollari sempre in 10 anni.

L’idea di fondo è quella di creare degli strumenti di investimento misti tra amministrazioni pubbliche ed investitori privati. Al momento, i fondi di investimento specializzati in infrastrutture, hanno già raccolto circa 500 miliardi di dollari pronti ad essere investiti nei progetti di rinnovo delle infrastrutture. Sicuramente l’annuncio di questo accordo genererà ulteriore raccolta di fondi da parte di investitori privati.

Altri 500 miliardi di dollari dovrebbero derivare da un aumento delle accise sulla benzina di 35 centesimi di dollaro al gallone.

Gli effetti di questo piano di investimenti degli Stati Uniti, lo ribadiamo, saranno quello di un forte aumento delle importazioni dell’America di macchine industriali, impiantistica, macchinari, meccanica e beni industriali. Questo perchè gli USA non dispongono di tutti gli equipaggiamenti e le attrezzature industriali necessarie per portare a termine un piano di investimenti cosí ambizioso.

Si tratta quindi di una occasione unica per le aziende italiane del settore della meccanica per esportare negli USA ed è adesso il momento di cogliere questa opportunità preparandosi a livello commerciale nel modo dovuto. ExportUSA è pronta a fare la sua parte a sostegno dell’industria italiana.

26 Aprile 2020
Aggiornamenti sull’andamento dell’economia americana

Crescita record del PIL americano per il 2020: +3.2%

I dati di crescita sull’economia americana per il primo trimestre 2020 appena rilasciati mostrano un aumento del PIL tendenziale del 3.2% per il 2020. Il mercato si aspettava un aumento del PIL di “solo” il 2%. Il dato di crescita dell’economia USA inaspettatamente positivo ha colto di sorpresa i mercati.

Sull’onda della notizia il cambio Dollaro / Euro è sceso a 1.1143 Un notevole rafforzamento del Dollaro che è ritornato sui livelli massimi da un anno a questa parte.

Recod per l’indice azionario americano S&P 500: 2939.88 punti, ai massimi di sempre oggi 26 Aprile 2020 alla chiusura di Wall Street.

Il prezzo del petrolio è ai massimi per il 2020: $62.85 al barile [WTI] e anche questo dà confidenza ai mercati perchè un prezzo del petrolio a questi livellli consente di continuare le attività di estrazione in America e, di conseguenza, le attività di esportazione di petrolio con conseguenti impatti favorevoli sia sulla bilancia dei pagamenti americana che sul deficit federale.

Negoziati commerciali USA – Cina

Spiraglio di accordo nei negoziati con la Cina

Dall’incontro di fine Gennaio [2020] con la delegazione cinese sulle politiche commerciali generali e sull’interscambio commerciale USA – Cina, pare che stia uscendo un accordo con la Cina dove quest’ultima si impegnerebbe ad aumentare le importazioni dagli USA per un importo pari a svariate centinia di miliardi di dollari nel giro di dieci anni.

Se così fosse il tutto si tradurrebbe in un ulteriore spinta alla crescita dell’economia americana, di una nuova componente di crescita della domanda.

È invece di questi giorni [primi di Marzo 2020] la notizia che gli Stati Uniti hanno rinviato sine die l’ulteriore aumento dei dazi sulle importazioni dalla Cina che era previsto andare in vigore dal 31 Marzo 2020. Un altro segnale di distensione con la Cina che fa ben sperare in un esito positivo dei negoziati. Sull’onda della notizia il cambio Dollaro/Euro è sceso fino a 1.1265 [07 Marzo 2020]

Negoziati commerciali Europa – USA

Al via gli incontri bilaterali Europa – USA per negoziare una riforma dei dazi sulle importazioni

I negoziati sui rapporti commerciali Europa-USA, il cui preludio era stato a Luglio con l’incontro a Praga tra Junker e Trump, e che si stanno avviando adesso con la EU, partono da una piattaforma dove in cambio della eliminazione dei dazi per le importazioni in America delle macchine industriali, l’Europa di impegna ad importare più soia e più gas naturale dall’America.

Notiamo come l’Amministrazione Trump non ha abbia posto dazi sulle importazioni in America dall’Europa.

Bilancia Commerciale Stati Uniti

Esportazioni di Gas Naturale e Indipendenza Energetica dell’America

Con l’ultima settimana di Dicembre 2020 l’America è diventata esportatrice netta di petrolio x la prima volta in 75 anni. Dal loro canto invece, le esportazioni di gas naturale americano x il periodo Gennaio-Giugno 2020 sono raddoppiate rispetto al 2020.

Da una parte gli Stati Uniti stanno avviandosi verso l’indipendenza energetica con le conseguenze economiche ma anche politiche che tutto cioò comporta. Dall’altra parte l’export netto di gas naturale e di petrolio si traduce in una inizione di liquidità per l’economia americana con effetti macro economici di tipo espansivo capaci di durare nel tempo e con una potente funzione espansiva o anti ciclica.

Riforma Fiscale USA – Tassazione degli utili detenuti all’estero dalle multinazionali american

Maggior gettito per 465 miliardi di dollari già nel 2020

La riforma della tassazione Trump ha portato ad un gettito aggiuntivo di usd465 miliardi nel 2020 senza aumentare il carico fiscale degli americani di una lira. La riforma, infatti, ha cambiato le norme sulla tassazione degli utili detenuti all’estero dalle grosse multinazonali americane come Amazon, Google, Apple, Pfizer, Microsoft, Caterpillar etc.

Si tratta di una mossa che nessuna amministrazione americana aveva mai avuto il coraggio di attuare e che, per la verità, ha preso u pò di sorpresa anche gli addetti ai lavori quando la norma è stata varata il 22 Dicembre 2020.

Gennaio 2020
Disoccupazione in America

Nonostante lo shutdown federale aumenta il numero dei nuovi posti di lavoro a Gennaio 2020

Sul fronte della disoccupazione, il dato di Gennaio 2020 registra un numero di nuovi occupati in America doppio di quanto previsto degli analisti.

Programma di investimenti in America per il rinnovo delle infrastrutture

Il piano faceva parte delle promesse elettorali del Presidente Trump

Il piano originario dell’Amministrazione Trump prevedeva investimenti per circa un triliardo di dollari nel corso di 10 anni. Il piano di investimenti era dedicato al rinnovamento delle infrastrutture: strade, autostrade, porti commerciali, aeroporti, ferrovie, terminali export, etc.

Al momento ancora poco è stato fatto probabilmente perchè è mancato il tempo materiale per occuparsene ma segnaliamo come i fondi privati di investimenti in infrastrutture abbiano già raccolto oltre 430 miliardi di dollari pronti per essere investiti in America.

Dicembre 2020
Vendite al Dettaglio negli Stati Uniti

Le vendite al dettaglio di Dicembre 2020 sono state al di sotto alle aspettative

Le vendite al dettaglio per il mese di Dicembre 2020 sono state al di sotto delle aspettative ma comunque il totale delle vendite al dettaglio per il 2020 hanno segnato una crescita solo del 2.3% rispetto al 2020. Aspettiamo di vedere il dato rivisto per il mese di Dicembre 2020 prima di dare un giudizio definitivo rispetto al dato previsivo di questa grandezza economica.

Andamento tasso di cambio Dollaro / Euro

Le aspettative sono per un rafforzamento del dollaro sull’euro con un ulteriore miglioramento della competitività per le aziende che vogliono esportare in America

Le notizie positive circa l’andamento dei negoziati commerciali tra America e Cina si sono assommate alle dichiarazioni di Mario Draghi, Presidente della BCE, che ha dichiarato ieri [7 marzo 2020] che la BCE continuerà le politiche monetarie espansive a supporto delle economie europee per evitare il rischio di recessione. Dichiarazioni dello stesso tenore sono arrivate dalla Banca Centrale del Canada.

Il tutto ha rafforzato il dollaro ed il cambio dollaro / euro è sceso fino a 1.1165 nella serata del 7 marzio 2020. Al momento il cambio dollaro / euro è ai minimi da un anno a questa parte.

One more step

Please complete the security check to access www.confindustria.it

Why do I have to complete a CAPTCHA?

Completing the CAPTCHA proves you are a human and gives you temporary access to the web property.

What can I do to prevent this in the future?

If you are on a personal connection, like at home, you can run an anti-virus scan on your device to make sure it is not infected with malware.

If you are at an office or shared network, you can ask the network administrator to run a scan across the network looking for misconfigured or infected devices.

Cloudflare Ray ID: 5868fcda98ff7a6d • Your IP : 188.64.173.24 • Performance & security by Cloudflare

Le previsioni di crescita dell’economia americana in una analisi pubblicata da ExportUSA nel Marzo del 2020

Già nel 2020 ExportUSA aveva previsto con chiarezza la ripresa dell’economia americana

Di seguito, la notizia originaria pubblicata sul sito di ExportUSA il 28 Marzo 2020

Alla luce dei dati odierni, le previsioni di ExportUSA sulla crescita dell’economia americana si sono rivelate corrette

Ci sono vari indicatori economici che supportano la previsione di una forte ripresa economica negli Stati Uniti d’America per i prossimi anni, ripresa che beneficierà anche le aziende italiane che esportano e vendono in America.

Il lato dell’offerta: previsioni sull’andamento della produzione industriale negli Stati Uniti

Per quanto riguarda il lato dell’offerta, dopo la recessione causata dalla crisi finanziaria del 2008 la produzione industriale è tornata stabilmente a crescere e nel 2020 è previsto che il livello di attività dell’economia USA ritorni ai livelli pre-recessione.

Il lato della domanda: previsioni sull’andamento dei consumi in America

Sul lato della domanda invece, il rialzo dell’Indice di Confidenza dei Consumatori prova che le persone stanno guadagnando fiducia nella ripresa del sistema economico americano: attualmente a quota 63 e ancora lontano da 90, livello che indica la salute economica di un paese, l’Indice ha continuato a salire nei mesi passati ed è attentamente monitorato dagli economisti in quanto la spesa per consumi privati di prodotti e servizi contribuisce al PIL americano per quasi il 70%.

Il mercato del lavoro: previsioni su occupazione e tasso di disoccupazione negli Stati Uniti

La crescita economica in America è incoraggiata anche dalle misure di politica economica del governo Obama. 234.000 nuovi posti di lavoro sono stati creati nel solo mese di Gennaio 2020, spingendo così il tasso di disoccupazione all’8.3% il più basso da 3 anni a questa parte. I posti di lavoro non legati al settore dell’agricoltura [Non-Farm Payroll] sono stimati in crescita del 3% nel 2020 e la grande maggioranza delle famiglie appartenenti alla classe media saranno probabilmente più inclini a spendere il loro reddito in consumo che non a destinarlo al risparmio.

[ ndr: Il tasso di disoccupazione a Febbraio 2020 è del 3.5%]

Il fenomeno de reshoring e gli effetti positivi sull’andamento dell’economia americana

Un altro elemento capace di contribuire alla ripresa economica negli Stati Uniti sarà il fenomeno del “reshoring”: anche se poco pubblicizzato, è facile trovare casi di aziende multinazionali americane che stanno riportando l’attività di produzione in America. Otis Elevators, Buck Knives, General Electric, Caterpillar sono alcuni esempi. La ragione alla base del processo di reshoring è stata la sottovalutazione del costo totale di produzione, stimato essere inferiore all’estero e in particolare in Cina, quando in realtà il costo del lavoro è si minore ma è anche vero che il costo di trasporto è aumentato.

Previsioni di crescita per l’economia USA nel prossimi 5-7 anni

Ci aspettiamo che l’America entri in una fase di forte ripresa economica indotta dalla creazione di nuovo lavoro, dall’aumento della produzione industriale, dall’aumento della fiducia dei consumatori e dalla ripresa dei consumi in generale. Ci saranno più opportunità di vendita per le aziende presenti sul mercato americano e per le aziende italiane che vogliono esportare e vendere negli Stati Uniti.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Quanto puoi guadagnare con le opzioni binarie?
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
2009 7.8 8.3 8.7 9.0 9.4 9.5 9.5 9.6 9.8 10.0 9.9 9.9
2020 9.8 9.8 9.9 9.9 9.6 9.4 9.4 9.5 9.5 9.4 9.8 9.3
2020 9.1 9.0 9.0 9.1 9.0 9.1 9.0 9.0 9.0 8.8 8.6 8.5
2020 8.3 8.3 8.2 8.2 8.2 8.2 8.2 8.1 7.8 7.8 7.7 7.9
2020 8.0 7.7 7.5 7.6 7.5 7.5 7.3 7.2 7.2 7.2 6.9 6.7
2020 6.6 6.7 6.7 6.2 6.3 6.1 6.2 6.1 5.9 5.7 5.8 5.6
2020 5.7 5.5 5.4 5.4 5.6 5.3 5.2 5.1 5.0 5.0 5.1 5.0
2020 4.9 4.9 5.0 5.0 4.8 4.9 4.8 4.9 5.0 4.9 4.7 4.7
2020 4.7 4.7 4.4 4.4 4.4 4.3 4.3 4.4 4.2 4.1 4.2 4.1
2020 4.1 4.1 4.0 3.9 3.8 4.0 3.9 3.8 3.7 3.8 3.7 3.9
4.0 3.8 3.8 3.6